Ostia, blitz di CasaPound su spiagge libere: accampamenti e occupazioni abusive di stranieri

Roma, 8 febbraio – Un blitz di CasaPound sulla spiaggia libera dietro all’ex ufficio tecnico ed all’ex Amanusa per documentare accampamenti ed occupazioni abusive di stranieri. È l’ultima azione di CasaPound Italia X Municipio che ha pubblicato un video questa mattina sulla pagina Facebook del responsabile locale Luca Marsella. «Mentre ad Ostia si parla solo di CasaPound – accusa Marsella – le spiagge stanno diventando la nuova frontiera degli accampamenti abusivi di stranieri. È il caso della spiaggia che sorge di fronte all’ex colonia Vittorio Emanuele sul lungomare Toscanelli, mentre l’ex spiaggia Amanusa gestita irregolarmente e riconsegnata da Libera è occupata nelle strutture ancora esistenti da alcuni immigrati. Tra un articolo diffamatorio e l’altro verso chi si oppone al commissariamento del X Municipio, inoltre, passa quasi inosservata la notizia che i commissari prefettizi vogliono demolire tutti i chioschi di Ostia Ponente che poi probabilmente saranno ricostruiti ed assegnati agli amici degli amici tra qualche anno. Questo commissariamento è sempre più un bluff, ma se qualcuno pensa di intimidirci o di distogliere l’attenzione facendo sfilare i centri sociali romani ad Ostia contro il nostro movimento si sbaglia di grosso. La nostra azione di denuncia – ha concluso Marsella – sarà sempre più determinata».

Il video è disponibile su www.facebook.com/lmarsella

POST YOUR COMMENTS

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi